CONSIGLIO COLTELLO SOPRAVVIVENZA - SOPRAVVIVERE

CONSIGLIO COLTELLO SOPRAVVIVENZA



SOPRAVVIVERE

SOPRAVVIVERE

E-mail: sopravvivere@sopravvivere.net

Ti potrebbe interessare anche...

ATTENZIONE
I commenti prima di essere pubblicati dovranno essere approvati dall'amministratore del blog.


26 Commenti

  1. Cassina Marco Maurizio scrive:

    Ciao, io dopo anni con al fianco, ottimo indistruttibile e….pesantissimo il Buck Master 184 ho scelto il Fox fx132 Trapper, il quale essendo fatto di un ottimo acciaio è molto più leggero, nella tasca frontale ho inserito un normale victorinox e un acciarino.

  2. Francis scrive:

    Extrema Ratio è uno dei produttori più interessanti dal mio punto di vista, coltelli di qualità con molta cura alla praticità ma anche al design. Sono bellissimi da vedere.

  3. gabriele scrive:

    che ne pensate del Maserin 986?

  4. Gabriele scrive:

    Io ho un lionsteel. M7…..ottimo davvero sia per legna per il fuoco sia per costruire un riparo……..ho costruito persino un arco….si veramente ottimo

  5. Gabriele scrive:

    Io ho un lionsteel M7 ed è una cannonata….ottimo veramente…..sia per il fuoco, per il riparo, ci ho costruito pure un arco……si ottimo ….e non stanca la mano e il braccio

  6. Gira scrive:

    ho un coltello con il marchio M F H int. comp. secondo voi è una buona marca?

  7. nikola scrive:

    a me piace molto il buck master coltello da sopravvivenza ,si fa fatica a trovare e costa un po di eurini

  8. Alex scrive:

    Salve, volevo sapere cosa ne pensate del SOG Primitive Jungle. Grazie

  9. Domenico scrive:

    Io possiedo un modello DogBite lungo 21,6 cm la lama è liscia e molto affilata. Ottimo coltello vi prego di aggiungerlo. Ecco aui il link della foto ” http://www.andtheknife.com/23415-thickbox_default/all-around-knife-bengal-tiger.jpg

  10. Angelo scrive:

    Tutte le marche menzionate sono buone e se ne potrebbero aggiungere ancora altre altrettanto valide,credo che si debba valutare il rapporto qualità prezzo e scegliere la forma in base all’utilizzo. In ogni caso io mi porterei un coltello,un ascia e un seghetto piuttosto di chiedere ad un solo coltello di fare 3 cose,come il caso dell’ST3F della fox.

    • keno scrive:

      Concordo pienamente. Lavoro da 30 anni per i boschi di mezza Italia e con me porto coltello a lama fissa, segaccio a serramanico e ascia/machete.
      Il primo è un camillus pilot acquistato negli anni ’70 che, nonostante l’aspetto ormai piuttosto vissuto, è ancora perfettamente funzionale alla bisogna.
      Come segaccio e ascia uso attrezzi professionali e, a mio parere, in questo caso la marca “non plus ultra” è Silky (super accel e nata, la mia dotazione), ma, volendo risparmiare qualcosina si può andare tranquillamente su Fiskars.
      Con una simile attrezzatura si può affrontare, in bosco, la quasi totalità delle situazioni in cui necessita uno strumento da taglio (a meno che, ovviamente non vogliate diboscare), con un peso totale limitato a circa 1,5 kg e con una spesa di circa 200 euro (poco più della metà se la scelta ricade su Fiskars).

  11. Marco scrive:

    secondo me uno dei migliori è lo Zero Survival Bushcraft di Aitor Aitor -Zero Survival Bushcraft

    Cosa ne pensate?

  12. Moro scrive:

    per mia personale esperienza, ho un bellissimo fallkniven s1 (dura lotta scegliere tra S1 e F1) preso in offerta a 160€ che doveva divenire il mio coltello outdoor per eccellenza; risultato: portarmi dietro un coltello di quel valore per fare legna per il fuoco, lasciargli segni di bruciature con l’acciarino, tagliarmi un bastone o costruirmi un riparo e infine per preparare e cucinare il cibo… beh, ci pensavo 8 volte. Alla fine ho preso un Hultafors da 13€ per me e un Mora da 26€ per mio papà (cacciatore). In sostanza se non si hanno soldi da spargere meglio spendere poco per qualcosa di decente e usarlo senza timori. Tra tutti quelli sopra io sceglierei l’ontario ma solo per una questione di prezzo, quello che mi piace di più tra i 4 è il Bravo, ma so già che gli farei fare la fine dell’S1: al sicuro nel cassetto.

  13. luigi molin scrive:

    Per andare tra i boschi consigliereste il Fox Trakker??

    • SOPRAVVIVERE SOPRAVVIVERE scrive:

      Ciao, come già detto diverse volte la scelta del coltello è una cosa soggettiva, personale, che dipende e varia molto dal tipo di uso che ci dovrai fare. Io ti consiglio il Fox Parang per fare legna, scavare.. abbinato ad un mora bushcraft o un opinel per i lavori di precisione.

  14. matfinger scrive:

    Non menzionano i Cold Steel , che è un ottima linea di coltelli , spade e macheti molto economici MA realizzati in acciaio 1055 al carbonio che gli da una durezza di 60-64 HRC Che è veramente ottima pensando che un coltello costa di norma sotto i 50 euro anzi alcuni sempre in acciaio 1055 al carbonio sui 30 40… per farvi un esempio di qualità, il primo coltello del topic all’inizio è il glock 78 field knife che ha una lama in acciaio 1050 al carbonio e una durezza di veramente poco inferiore dell acciaio usato nei cold steel, quindi ragazzi se si parla di survival e oggetti di qualita’/economici non si puo’ non menzionare questa azienda..

  15. Secondo me, degli ottimi coltelli da sopravvivenza, soprattutto per qualità sono quelli della fox. Quelli di Rambo li trovo poco usabili nella maggior parte dei casi.

  16. Coltello Rambo scrive:

    Io possiedo un modello in stile ” Rambo” Con una Lama di 19 cm e un manico di 12 cm, un parte inferiore della lama è seghettata per il resto è liscia e molto affilata. A mio giudizio è un ottimo coltello se possibile aggiungetelo, questo è il link della foto ” http://it.wallpapersma.com/wp-content/uploads/2013/06/Armi-freddo-coltelli-cover-militari.jpg

  17. Spinden scrive:

    Sono fiero possessore di un Camillus originale, ( prima e originale versione del Pilot Survival ), giustamente menzionato nel vostro articolo, lo considero un frammento di storia e una lama immortale e affidabile.

  18. Mi piace molto la voce grazie

  19. Ric scrive:

    Come coltello da combattimento mi piace molto il karambit. È spesso abbastanza compatto e ci sono modelli a serramanico con apertura veloce che sono ottimi. Se saputo usare è un’arma davvero efficace e letale.

  20. Se sì, allora Rambo coltello da sopravvivenza farà una grande aggiunta alla tua collezione. Il set completo di questi coltelli dal Maestro posate è diventato un grande successo, e molte persone continuano a guadagnare l’interesse per le diverse caratteristiche di ogni modello.
    Questa recensione propone che ci si può aspettare da ciascun modello della serie, e le ragioni che li rendono popolare tra gli utenti di questo prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *